[HOME - BASE Cinque - Appunti di Matematica ricreativa]

Il gioco Life (Vita) di John Horton Conway

Un gioco incredibilmente semplice ed imprevedibile

Istruzioni flash
Se non conoscete Life, date un'occhiata alle spiegazioni prima di iniziare a giocare.
Life si sviluppa in un universo a quadretti popolato da cellule (o automi cellulari) che nascono, si riproducono e muoiono secondo determinate regole.
Per giocare dovete creare una configurazione iniziale sistemando alcune cellule nei quadretti.
Dopodichè date il Via! e guardate come evolve il sistema attraverso le successive generazioni.
Stop ferma temporaneamente il programma.
Passo visualizza una generazione alla volta.
Cancella reinizializza il quadro.
Sappiate che...
1.
Per aggiungere o eliminare cellule si deve cliccare nel quadretto desiderato.
2. Si possono aggiungere cellule "al volo" anche mentre il programma è in esecuzione.
3. Pentomino R, Glider e Eptomino P sono tre esempi di configurazioni iniziali, da provare per capire come funziona il gioco.
4. La funzione Cancella richiede un po' di tempo.
5. Può capitare che l'evoluzione si fermi anche se le generazioni continuano ad andare avanti. In questi casi si è trovata una configurazione stabile.
Buon divertimento!

Num. generazioni:

Da un'idea originale di Tim Pushman (Gnomedia) - Modifiche e aggiunte di Gianfranco Bo


Le regole del gioco Life

Dicevamo che Life si sviluppa in un universo a quadretti popolato da cellule (o automi cellulari) che nascono, si riproducono e muoiono secondo determinate regole.

La vita di ogni cellula è determinata dalla presenza di altre cellule negli 8 quadretti che la circondano.

1 8 7
2 6
3 4 5

Regola 1: continuare a vivere
Una cellula viva continua a vivere anche nella generazione successiva se intorno ad essa cisono 2 o 3 cellule vive.

Esempio: la cellula centrale continua a vivere.

 

Regola 2: nascere
Se 3 cellule vive sono adiacenti ad un quadretto vuoto allora alla prossima generazione in quel quadretto nascerà una nuova cellula.

Esempio: nel quadretto centrale nascerà una nuova cellula.

Regola 3: morire (d'inedia o di sovrapopolazione)
Se una cellula ha meno di 2 cellule adiacenti vive o più di 3 vive, essa morirà per inedia o sovrapopolazione.

La cellula centrale
morirà d'inedia

La cellula centrale
morirà per sovrapopolazione

Ricevo e pubblico questo contributo di Pasqualino Ferrari.
Sebbene sia un esempio corretto di come si "gioca" a Vita, le descrizioni non corrispondono esattamente all'evoluzione dei sistemi proposti, per lo meno sui computer su cui ho testato il programma. Perciò ho aggiunto alcune precisazioni al termine del contributo.

Il metodo migliore per "generare"  è praticamente tipo dama..., mi spiego, la dama è fatta da quadrati bianchi e neri.

Io all'inizio ho creato una stella di:

O...O
.O.O.
..O..
.O.O.
O...O

Praticamente un X, solo che così si estingueva subito, allora ho pensato deve essere "riempito" e ho fatto una disposizione così:

O.O.O
.O.O.
O.O.O
.O.O.
O.O.O

Non so se si vede bene. Praticamente è un quadrato di diameto 5x5 con una casella si e una no, come una dama.

Con questo tentativo durava di più ma poi si estingueva.

Ho provato con un diagonale 11 e ha funzionato ed ho ottenuto 130, ora però bisogna fare attenzione a dove si posizione il "quadrato" a seconda delle posizioni si ottengono risultati molto discordanti.

La popolazione di 167 generazioni l'ho ottenuta posizionandola non proprio al centro ma spostata leggermente verso in alto a sx.

E' incredibile come con un quadrato da 9 sia troppo piccolo mentre da 13 sia troppo grande.

Ho voluto fare una prova  ho messo la "vita" in tutto il quadrato riempendolo tutto con la tecnica, uno si e uno no, alla fine ho riempito tutto il quadrato, è molto strano che se il primo quadrato contiene la vita muore a 17, mentre se il primo quadrato in alto a sx non contiene la vita arriva fino a 22.

STANA LA VITA
STRANA LA VITA

Precisazioni
Ho provato le tue configurazioni e ho visto che in nessuna di esse la vita si "estingue": la X e la "dama 5x5" si trasformano dopo alcune generazioni in configurazioni che si ripetono ciclicamente. La "dama 11x11" invece si trasforma in una configurazione stabile. Le cellule continuano a vivere negli sessi quadretti  perché si è formata una configurazione adatta.


Sito Web realizzato da Gianfranco Bo