[HOME - BASE Cinque - Appunti di Matematica ricreativa]

Se A fosse B, che cosa sarebbe C?

Se 3 fosse 4, che cosa sarebbe 5?
Se 7 fosse la metÓ di 12, quale sarebbe la metÓ di 10?
(Fibonacci, Liber Abaci, 1202)

Se 3 x 3 = 10, quanto fa 4 x 4?
(Bartoli. Memoriale. c1420)

Se 3 Ŕ la metÓ di 7, quanto Ŕ la metÓ di 7?
(P. M. Calandri, c1480)

Se 8 x 8 = 54, quanto vale 84?
(Perelman, MCBF, 1937)

Dimostrare che 1 + 1 = 10

Suggerimento: nei primi 4 casi utilizzate le proporzioni e negli ultimi il cambio di base.

Ultimo aggiornamento: marzo 2005


Risposte & riflessioni

Queste domande assomigliano pi¨ a giochi di parole che a problemi matematici. Nelle intenzioni dei primi autori, ad esempio Fibonacci, si risolvono con una proporzione.
Nel caso generale, il quesito:
"Se a fosse b, cosa sarebbe c?"
si risolve impostando la proporzione:
a : b = c : x
x = bc/a

Se 3 fosse 4, che cosa sarebbe 5?
3 : 4 = 5 : x x = 20/3

Se 7 fosse la metÓ di 12, quale sarebbe la metÓ di 10?
7 : 6 = x : 5 x = 35/6

Se 3 x 3 = 10, quanto fa 4 x 4?
9 : 10 = 16 : x x = 160/9

Se 3 Ŕ la metÓ di 7, quanto Ŕ la metÓ di 7?
3 : 3,5 = 3,5 = x x = 3,52/3

Da un certo punto in poi, probabilmente a cominciare da Perelman, si sono cominciate ad intendere le operazioni misteriose come se fossero scritte in basi diverse dal 10.

Se 8 x 8 = 54, quanto vale 84?
8 x 8 = 54 in base 12, perci˛ 84 in base 12 Ŕ uguale a 100

Dimostrare che 1 + 1 = 10
L'addizione Ŕ scritta in base 2.


Sito Web realizzato da Gianfranco Bo